Follow by Email

sabato 14 luglio 2012

LA SOLITUDINE degli anziani

E' tempo di vacanze, di fuga dalle città, di nuovi incontri e conoscenze, di viaggi e distrazioni. E' giusto tagliare i ponti con la monotonia, ma io vorrei anche essere solidale con tutti coloro che rimangono nei luoghi dove vivono per tutto l'anno, perché non hanno altre possibilità. Vorrei esprimere un pensiero di solidarietà a tutte le persone anziane sole e abbandonate, che vivono gli ultimi tempi della loro vita in solitudine, perché hanno perso anche il loro compagno o la loro compagna di vita. Se uno pensa a quanti sacrifici ha fatto un genitore per allevare un figlio e poi viene abbandonato, considerato poco importante. E' una riflessione sul fatto che la saggezza di queste persone, in particolar modo nel nostro mondo occidentale, spesso viene messa da parte dalla presunzione dei giovani che credono già di sapere tutto della vita. il ciclo della vita è un continuo divenire, ma se vogliamo iniziare ad apprendere il suo insegnamento, per favore non abbandoniamo tutti coloro che si sono prodigati affinché la generazione di oggi potesse avere tutto il comfort che ha.
Un caro saluto
Adriana Crisci

Nessun commento:

Posta un commento