Follow by Email

venerdì 18 maggio 2012

LA VITA

Buongiorno a tutti voi,
questo blog è appena nato, ma con il tempo crescerà grazie a tutti voi che, per un motivo qualsiasi, lo visiterete.
Questa mattina penso alla vita e alle tante chiusure che si possono avere rispetto ad essa, ai tanti no che creano una resistenza al suo fluire. Lungo il percorso della vita incontriamo o reicontriamo altri pellegrini come noi. Con alcuni diviene subito possibile costruire qualcosa di bello, di armonioso, con altri, magari quelli a cui abbiamo dedicato più tempo ed energia, si creano delle fratture. Le famose ferite causate dalla fiducia tradita, dagli interessi egoici e così via.... In realtà le ragioni non sono mai tutte da una parte o dall'altra, perché tutto si crea sempre insieme, a prescindere dalla titolazione del rapporto. Possiamo essere figli, madri, padri, mogli, mariti, sorelle e fratelli, amici o lavorare insieme....cambia solo il tipo di rapporto, ma anche quando scegliamo un gelato al cioccolato lo scegliamo spinti da un sentimento che si chiama amore, perché noi siamo delle incarnazioni dell'amore.Quando le persone fuggono via dagli altri, alzando dei muri e chiudendo tutte le porte a possibili confronti e chiarimenti, allora bisogna chiedersi quale tipo di sentimento li spingeva ad intrattenere rapporti con gli altri e se in qualche modo sono dei bravi manipolatori. Le mie parole possono sembrare senza cuore, in realtà non lo sono affatto! Sono dell'idea che bisogna continuare ad amare, anche quando si è feriti e a coltivare la compassione, inviando luce, perché un rapporto vero da uno falso si distingue proprio dall'apertura al chiarimento, dall'umiltà di riconoscere i reciproci errori, lì dove ce ne sono stati. Chi fugge sempre nei viottoli della strada principale forse non avrà mai il coraggio di affrontare la vita cogliendo dalle esperienze e si accontenterà di vivere la vita piuttosto che farne esperienza. Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione a riguardo...vi aspetto numerosi quando il mio blog diverrà più conosciuto....Intanto semino, chissà mai un giorno cresceranno delle bellissime piante. Un bacio a tutti. Adriana

Nessun commento:

Posta un commento